Venezia

Venezia è una città unica al mondo. Sorta circa mille e cinquecento anni fa sulle isole della laguna, si è sviluppata assecondando i condizionamenti della propria conformazione, in un modo che la distingue dalle altre città italiane ed europee, in un'epoca in cui tutta l'Europa era una landa spopolata coperta di paludi e foreste.

I Veneziani hanno saputo costruire una delle maggiori potenze economiche dell'età del Rinascimento ed hanno riempito la loro città di migliaia di opere d'arte, al punto che oggi noi possiamo riconoscere Venezia come la capitale mondiale dell'arte.

Ecco la lista degli “imperdibili” che vi consigliamo di  includere nei vostri appunti di viaggio.

Tra le chiese monumentali, la più conosciuta è la Basilica di San Marco che si innalza sull’omonima piazza. Le maestose Basiliche gotiche di Santa Maria Gloriosa dei Frari e SS. Giovanni e Paolo, sono considerate vere e proprie chiese-museo per la quantità di opere d'arte che ospitano.

Maria della Salute, è il gioiello del barocco veneziano che ci cattura coi suoi ritmi curvilinei e le sue volute visibili dal Canal Grande.

Tra i capolavori del rinascimento risaltano la chiesetta di S. Maria dei Miracoli, dove germogliano gemme preziose e la grande chiesa di San Zaccaria, in cui si vedono le tracce del passaggio attraverso epoche diverse.

Da non perdere, per quanto riguarda gli edifici pubblici, sono Palazzo Ducale con le sue collezioni di arte e di storia, la meraviglia gotica di Ca'd'Oro goduta dal Canal Grande, e le Scuole, ovvero le confraternite di cittadini che svolgevano attività con finalità sociale.

Tra le principali: la Scuola Grande di San Rocco, che un tempo si occupava dei malati e delle vittime della peste, oggi museo della più grandiosa rassegna di opere di Jacopo Tintoretto; la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista e la Scuola Grande di San Marco interessanti per la loro architettura; la Scuola di San Giorgio degli Schiavoni che presenta un insieme di esaltanti tele di Vittore Carpaccio.

Degna di nota è anche l'architettura rinascimentale di Ca'Vendramin Calergi, oggi sede del Casinò Municipale.

Tra i musei segnaliamo: le Gallerie dell'Accademia per la ricchissima collezione di pittura della scuola veneta dalle origini al Settecento; il Museo Archeologico in piazza San Marco per le numerose statue greche e romane, gli affreschi romani, le ceramiche greche ed etrusche, le mummie egiziane, e molto altro; il Museo Correr per un'immersione nella pittura veneta dal Rinascimento all'Ottocento, e per la varietà di mappe, monete, costumi dei dogi, ceramiche, avori intagliati, armi ed uniformi.

E ancora: la Galleria Internazionale d'Arte Moderna (Ca'Pesaro) per l’interessante rassegna dell'arte moderna veneta ed italiana tra Ottocento e primo Novecento; la Galleria Franchetti, che ha sede in Ca'd'Oro, per le opere di Mantegna, Bellini, Carpaccio e Tiziano; la Collezione Peggy Guggenheim che ha sede in Ca'Vernier dei Leoni sul Canal Grande, per una delle più importanti collezioni di opere d'arte contemporanea d'Italia e del mondo; la Pinacoteca Querini Stampalia, presso l’omonima Fondazione per l’ampia collezione di pitture veneziane dal '400 al '700.

Infine, il Museo del Settecento Veneziano che ha sede in uno splendido palazzo barocco, Ca'Rezzonico, che offre la possibilità di respirare le atmosfere del secolo più splendido dell'arte veneziana, con le opere di Pietro ed Alessandro Longhi, Piazzetta, Gianbattista e Giandomenico Tiepolo, Rosalba Carriera, Francesco e Gianantonio Guardi.